Biblioteca A. Carlizzi

Via F. Corridoni, 40 - Rovigo

Indirizzo email

renzobarbujanionlus@libero.it

Telefono

0425.25410

Pagina Facebook

Associazione Renzo Barbujani Onlus

ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO “RENZO BARBUJANI” ONLUS

L’Associazione “Renzo Barbujani” Onlus è una Organizzazione di Volontariato culturale di utilità sociale costituitasi a Rovigo il 19 ottobre del 2000. L’Associazione si propone di promuovere ed organizzare attività di volontariato di utilità sociale, culturale, informativo e ricreativo. Da questa impostazione derivano le attività in convenzione con la Fondazione “Concordi” Onlus, per azioni volontarie a favore dell’Accademia dei Concordi, con il Museo dei Grandi Fiumi e, dal 2003, con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Rovigo, nella gestione della Biblioteca “A. Carlizzi”, inaugurata il 13 ottobre 2003. Attualmente l’Associazione è iscritta al Registro Regionale delle Organizzazioni di Volontatiato della regione Veneto, RO 0141.

Un pò della nostra storia:

  • 2000: nascita dell’Associazione Renzo Barbujani Rovigo. Grazie al Professor Antonio Carlizzi, socio fondatore nonché primo presidente dell’Associazione si sono svolte le prime attività del gruppo, fra cui la formazione di un gruppo di volontari nella cura dei testi antichi e nella preparazione dei contenitori per i libri (attività seguita dal Dottor Adriano Mazzetti). In quell’anno, poi, i volontari dell’Associazione hanno partecipato attivamente al Giubileo.
  • 2001: avviene la convenzione tra il Comune di Rovigo, il Museo dei Grandi Fiumi e a Palazzo Roverella per il servizio di guardasala durante le mostre; inoltre, viene nominato come nuovo presidente dell’Associazione Arnaldo Pavarin (che rimarrà in carica sino al 2015).
  • 2002: adesione al progetto “La diversità come risorsa” dell’associazione Pianete Handicap ed organizzazione di convegni, incontri e gite al fine di promuovere la cultura.
  • 2003: la biblioteca di quartiere diviene comunale ed i volontari si impegnano nel suo allestimento, trasportando con dei cesti i libri da collocare. Grazie all’aiuto dell’Azienda ASM Rovigo il lavoro viene completato e la nuova biblioteca, intitolata il 13 ottobre 2003 ad Antonio Carlizzi, diviene operativa nella palazzina adiacente alla scuola media Parenzo. Nel corso dell’anno vengono portate avanti numerose collaborazioni con associazioni ed enti cittadini, tra cui: le cooperative sociali Aliante e Peter Pan e la casa di riposo rodigina IRAS, grazie al sostegno del Centro Servizi Volontariato ed ai volontari della casa di riposo di Crespino.
  • 2004: Un anno ricco di eventi per l’Associazione; vengono inaugurati i corsi di pittura e di scrittura creativa aperti a tutta la cittadinanza. Iniziative volte alla promozione della cultura che hanno permesso l’incontro di appassionati dell’arte con insegnanti qualificati e che hanno portato alla realizzazione di opere originali. Nello stesso anno si è tenuto un convegno al Musei dei Grandi Fiumi dal titolo “Dal Polesine post-rurale di Renzo Barbujani al Polesine post industriale: continuità o svolta?”.
  • 2005: Data l’ottima partecipazione alle iniziative dell’Associazione vengono introdotte nuove attività formative e viene realizzato il convegno “Lungo antiche vie d’acqua”; il laboratorio di poesia rivolto ai bambini “Un sacco di parole” ed uno di informatica vanno ad integrare i laboratori già avviati. Viene, inoltre, prodotta una raccolta antologica con gli elaborati realizzati dai partecipanti al laboratorio di scrittura creativa.
  • 2006: Durante l’anno l’Associazione si impegna attivamente per avvicinare i cittadini alla cultura, dalla rappresentazione teatrale “Se il grano non muore”, ad aperitivi con l’autore; percorsi di incontro che sono proseguiti in Pescheria Nuova con serate dedicate alla poesia. Inoltre, è stato attivato un corso di decoupage ed è stato aperto uno sportello di doposcuola a favore degli alunni stranieri del comune di Rovigo.
  • 2007: Vengono completati i lavori di ristrutturazione alla Biblioteca Carlizzi, ridisegnandone la scaffalatura e gli spazi, arricchendola dei volumi della collana “Polesani Illustri”. Un anno molto importante per l’Associazione, che culmina nell’incontro col noto genetista Guido Barbujani (nipote del fondatore nonché Professore ordinario di Genetica presso il Dipartimento di Biologia ed Evoluzione -poi di Scienze della Vita e Biotecnologie – all’Università di Ferrara). Tra le attività svolte, oltre quelle realizzate con le consuete convenzioni (tra cui il Museo dei Grandi Fiumi, l’Accademia dei Concordi e Palazzo Roverella), spiccano le serate “Conosciamo l’artista, una serata un’opera”. Occasioni di incontro in cui gli ospiti possono vedere la realizzazione di un’opera eseguita dal vivo, osservando la creatività e la tecnica dell’autore. Al termine della performance l’opera realizzata va ad aggiungersi alla già ricca e variegata pinacoteca dell’Associazione. Viene, inoltre, attivato il servizio “Informa anziani” e – grazie ad una convenzione con l’IRAS – si realizzano incontri socio culturali sulla “Vita di ieri e di oggi”.
  • Tra il 2008 e il 2009: l’Associazione prosegue le sue attività culturali rivolte alla cittadinanza, organizzando incontri con l’autore, convegni e laboratori formativi, inoltrem viene realizzato il dvd “La storia siamo noi”.
  • 2010: Per festeggiare i primi dieci anni di attività, l’Associazione realizza una pubblicazione arricchita da foto commemorative; immagini che raccontano una storia di amicizia e passione per la cultura, che hanno coinvolto più di 200 soci nella vita cittadina (a fronte degli originari 20).
  • 2012: Viene istituito il laboratorio di fotografia dove il docente, Domenico Russo, spiega a persone di ogni età i grandi fotografi.
  • 2016: Viene eletto alla guida dell’Associzione Paolo Bordin che, oltre a proseguire le attività consolidate dell’associazione, introduce il laboratorio di musica “Racconti musicali, armonie solidali”. Un’attività che viene svolta in diversi luoghi di Rovigo, tra cui la Biblioteca A. Carlizzi, il nuovo policlinico e il Centro Servizi Anziani, sviluppata e portata avanti grazie alla collaborazione con i maestri Giuliano Pajarini e Alessandro Marcato. Spiccano le attività di animazione per gli anziani realizzate in collaborazione con il CRAL “La Chiocciola” del Comuni di Rovigo ed il convegno sulla figura di Massimo Rigolin, organizzato nel decennale della sua morte. Tra le attività culturali dell’Associazione spiccano poi la presentazione all’Archivio di Stato del volume “Luoghi Pii Riuniti. Rovigo tra storia e ricordi”, la consueta mostra pittorica in Pescheria Nuova e la collaborazione con il Festival Biblico cittadino. In concomitanza con quest’ultimo è stato indetto un concorso artistico volto a individuare e premiare talenti in campo fotografico, pittorico e letterario.
  • Tra il 2017 e il 2018: Le attività dell’Associazione proseguono nei laboratori, nelle sarete con l’Artista, nelle mostre e nelle presentazioni; vengono, inoltre, premiati i giovani diplomati delle scuole medie inferiori che hanno ottenuto il punteggio di dieci decimi al termine del percorso scolastico nel Comune di Rovigo, per il loro impegno e la loro dedizione alla cultura. Prosegue anche il riconoscimento per le opere inedite presentate nel contesto del Festival Biblico e riconosciute vincitrici. Per la sua terza edizione – nel 2018 – viene scelto il tema del futuro, declinabile dai partecipanti nelle emozioni, nelle aspettative, nelle speranze e nei timori che lo accompagnano.

L’Associazione Barbujani non si ferma mai e continuerà anche in futuro a promuovere la cultura nel territorio polesano ed in particolare nel Comune di Rovigo.